mercoledì 22 ottobre 2014

Prospettiva 15: Il Soldatino di Piombo

Il Soldatino di Piombo 50x50

Questa è la seconda tela per la mostra Prospettiva 15 ed ho rappresentato la tragica storia d'amore tra lo sventurato Soldatino di Piombo e la fragile ballerina di carta. Mi ha sempre toccato nel profondo questa storia perché rappresenta secondo me l'amore eterno e che vince su tutto nonostante le avversità.
Uniti nella morte.....

Immagino che tutti voi conoscete la bellissima favola di Andersen, ma ve la propongo nel caso vi sfugge qualcosa (fonte Wikipedia):
"Due bambini, fratello e sorella, ricevono in dono un castello di carta, con figurine di carta, tra cui una ballerina con un lustrino dorato sul petto e un gruppo di 25 soldatini di stagno. A uno dei soldatini manca un pezzo di gamba perché è stato fuso dopo gli altri, con lo stagno avanzato. Ogni notte, quando i bambini sono addormentati, i loro giocattoli prendono vita. Il soldatino senza una gamba si innamora della ballerina di carta.
Fra i giocattoli c'è un troll a forma di diavolo, geloso del soldatino di stagno, che lancia una maledizione sulla coppia condannandola a non essere mai felice. Il giorno dopo, infatti, il soldatino cade fortuitamente dal davanzale della finestra. Trovato in terra da due bambini, viene messo su una barchetta di carta e spinto in mare; la barca stessa poi affonda e il soldatino viene mangiato da un pesce. Per tutto il tempo, il soldatino resta coraggiosamente sull'attenti, col chepì dritto in testa.
Miracolosamente, il pesce viene pescato e finisce proprio nella cucina della casa da cui proviene il soldatino; recuperato dal cuoco, torna fra i giocattoli e dalla sua amata ballerina.
La crudeltà del troll però non è sconfitta; il soldatino finisce questa volta nel fuoco, e inizia a sciogliersi. Nella stanza dei bambini, però, viveva una buona fata. Impietosita dalla sventura del soldatino, la fata ordina che il soldatino sia salvato e viva per sempre felice. Allora, un vento delicato fa volare nel fuoco anche la ballerina. Il giorno successivo, dei due non rimane che un cuoricino di stagno e un lustrino annerito dal fuoco. Era ciò che rimaneva di un grande amore."

 Nel link che segue, potete vedere l'altra tela, Dafne e Apollo !

-Machi-

2 commenti:

  1. Grazie di avermi rinfrescato la memoria! Non me lo ricordavo più!
    Anni fa, l'abbiamo portato a scuola (elementare) per la recita di fine anno: io non ero protagonista ma facevo anch'io il soldatino in mezzo agli altri giocattoli!
    L'illustrazione... cosa te lo dico a fare? È stupendo!
    Credo che me lo riguarderò nei giorni più freddi visto il calore che porta...! :)

    RispondiElimina
  2. È una storia triste e dolce....è anche in tematica Halloween.. 😊😊

    RispondiElimina